Film a caso in pillole: Tigers

fctp_61446c1f5bd7cAppreso che il film, per sua stessa ammissione, vuole squarciare il velo di silenzio sulla malattia mentale nel mondo del calcio, siamo rimasti spiazzati.

Perché a noi il ragazzino che lascia la Svezia per tentare l’avventura nell’Inter, più che malato mentale sembra solo introverso, ma emarginato e bullizzato da quasi tutto il resto del gruppo, principalmente per invidia. Da qui il malessere (sono attacchi d’ansia i dolori al petto, giusto?) e l’incapacità di tenere in piedi una storia d’amore.

Insomma, sarà un problema tutto nostro, ma a noi il messaggio dichiarato sui titoli di coda non è arrivato. Se malattia mentale c’è, appare indotta dagli altrui comportamenti. Pensavamo l’intento del regista fosse di porre l’attenzione sulle difficoltà che un radicale cambio di vita in giovane età, a caccia di un sogno, comporta; al limite sugli episodi di “nonnismo”.

Amen. Sia come sia, il film una visione la merita. Bravo il protagonista, meno bravo chi ha deciso il titolo, poco pertinente.

Tigers (Tiger’s nest, 2021) – di Ronnie Sandahl

Film a caso in pillole: Tigersultima modifica: 2022-01-01T08:59:25+01:00da alexbartoli
Reposta per primo quest’articolo