Film a caso in pillole: Room in Rome

locandinaPrima dell’Alba in versione lesbo.

Si conoscono, si piacciono, decidono di passare la notte insieme. Una è lesbica, l’altra no, ma almeno per una notte lo sarà. Per il futuro chissà, vedremo, al limite ci faranno sapere.

Ammirare due donne nude che si trastullano vicendevolmente per più di un’ora e mezzo è piacevole, intendiamoci, l’erotismo è patinato e apprezzabile, così come pure le chiacchiere della prima parte. Ma il film non ha così tanto da dire e raccontare, e in più le due attrici non hanno lo spessore necessario per alzare il livello, così col passare dei minuti subentra la voglia di vederlo finire.

Imbarazzanti la parte e le battute affidate a Enrico Lo Verso, cameriere piacione che vorrebbe trasformare la lesbicata (pardon, rapporto saffico) in una roba a tre.

Inspiegabile il fatto che i vicini di stanza si lamentino per il baccano a tarda sera, ma nulla abbiano da ridire su una cantata in pena notte sotto la doccia, e nemmeno sulla cantata di Lo Verso all’alba, sul balcone.

Room in Rome (Habitación en Roma, 2010) – di Julio Medem

Film a caso in pillole: Room in Romeultima modifica: 2022-07-03T10:45:01+02:00da alexbartoli
Reposta per primo quest’articolo