Film a caso in pillole: Tau

locandinaInizio vagamente interessante (ma già visto), poi la deriva.

Tizia rapita e segregata in casa super tecnologica per fare da cavia a chissà quale esperimento. Già, quale esperimento di preciso? E chi lo sa? Da un certo punto in poi il film se ne dimentica completamente, spostandosi sul rapporto tra la rapita e l’intelligenza artificiale che governa la casa, quando lo scienziato-rapitore è fuori per lavoro.

Non  bastasse la love story virtuale, si arriva immancabilmente a sottotitolare su senso della vita, rapporti umani e bla bla bla.

Scena cult quel del furto del paio di occhiali. Lo scienziato è chinato sulla rapita per tagliarle una bistecca, lei gli sfila gli occhiali che lui porta infilati nella scollatura della polo. Manco Arsenio Lupin…

Volendo cavillare ci sarebbero altre due-tre situazioni di cui chiedere conto, ma preferiamo passare oltre e dimenticare senza rimpianti.

Tau (2018) – di Federico D’Alessandro

Film a caso in pillole: Tauultima modifica: 2022-07-23T15:44:10+02:00da alexbartoli
Reposta per primo quest’articolo