Film a caso in pillole: Frammenti dal passato – Reminiscence

imageInguardabile.

Finalmente un film da massacrare, senza attenuanti ma solo aggravanti, tipo l’immotivata durata eccessiva (100 minuti di pura sofferenza, per lo spettatore) o la filosofia dispensata a piene mani dalle voce fuori campo, nel finale, manco si trattasse di un saggio sui significati della memoria.

In un mondo tipo Venezia, con l’acqua alta nelle città, un tizio è in grado con un macchinario di far rivivere alle persone i ricordi; si innamora di una tipa, che improvvisamente scompare nel nulla. Le ricerche portano a una storia che viaggia tra l’incomprensibile e il chissenefrega.

Ma a proposito di incomprensibile: perché uno scenario pseudo apocalittico con l’acqua alta? Che bisogno c’era? A cosa serve, cosa aggiunge? Soprattutto: soldi a parte (hai detto niente…), che ci fa Hugh Jackman in un film del genere?

La risposta all’ultima domanda purtroppo la conosciamo benissimo: a far abboccare alla visione del film i fessi come noi.

Frammenti dal passato – Reminiscence (Reminiscence, 2021) – di Lisa Joy

Film a caso in pillole: Frammenti dal passato – Reminiscenceultima modifica: 2022-08-16T15:27:04+02:00da alexbartoli
Reposta per primo quest’articolo