Film a caso in pillole: La guerra lampo dei fratelli Marx

4ggvy2MBDktwrFVNzmSaMDCfUehChe si fa, al cospetto di un cult movie di 90 anni fa? Lo si giudica con gli occhi di oggi e si procede al massacro? O ci si appella a un democristiano trascorrere del tempo?

Partiamo da chi non risente del tempo passato: Groucho, un personaggio incredibile, con la sua parlantina continua e la raffica di freddure e nonsensi. Il resto è comicità di grana grossa, bambina, surreale, un insieme di gag che nella maggior parte dei casi stanca, ma che forse all’epoca poteva addirittura sembrare avanguardia pura.

Inutile perdere tempo a raccontare la trama, che è solo un pretesto per mettere in scena uno sketch appresso all’altro.

Piuttosto sarebbe bello, pur a distanza di tanti anni, trovare risposta a diversi interrogativi. Qualche esempio: perché Groucho ha i baffi disegnati? Quelli finti erano finiti? Non si può guardare.

Perché cantano tipo musicial solo all’inizio e alla fine? Intendiamoci, meglio così. Ma il senso?

Perché uno dei fratelli Marx parla in sardo?

Perché fanno di uno sciroccato un primo ministro?

Possibile uno dei fratelli Marx risulti talmente anonimo da dover far mente locale per ricordarsi che sono in quattro e non in tre? Sì, possibile.

Comunque sia, inarrivabili i titolisti italiani. Titolo originale: Zuppa d’anatra (Duck soup). Titolo italiano: La guerra lampo dei fratelli Marx.

La guerra lampo dei Fratelli Marx (Duck soup, 1933) – di Leo McCarey

Film a caso in pillole: La guerra lampo dei fratelli Marxultima modifica: 2022-09-20T12:02:47+02:00da alexbartoli
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento